Consigli sui Ricambi per macchine caffè Lavazza

Tools for repairing coffee machines close-up. Coffee beans, wooden board, coffee machine, kitchen table

Ricambi per macchine da caffè Lavazza

Per provvedere alla manutenzione della macchina da caffè Lavazza è necessario essere correttamente informati in modo da scegliere i prodotti migliori che assicurino un ottimo rapporto qualità prezzo. In commercio sono disponibili diversi pezzi di ricambio ciascuno dei quali si adatta ad un diverso tipo di dispositivo. Si potrà infatti scegliere tra ricambi per macchina a cialde o a capsule e si consiglia agli acquirenti di provvedere all’acquisto nei giusti tempi così da assicurare il giusto funzionamento anche a distanza di molto tempo dal primo utilizzo. La mancata assistenza e sostituzione degli elementi costitutivi potrebbe comportare un deterioramento del dispositivo è un sovraccarico tale da comprometterne la funzionalità. Quando si parla di ricambi si fa riferimento a maniglie, membrane, sensori e pistoni. Ovviamente, prima di procedere con la scelta dei pezzi di ricambio è fondamentale selezionare i prodotti compatibili con il proprio dispositivo. Per maggiori informazioni si consiglia di recarsi sul sito di riferimento https://www.tuttocaffe24.it/77-ricambi-lavazza dove sono presenti tutti i pezzi di ricambio funzionali ai diversi modelli di macchine per il caffè Lavazza. Leggi Tutto

Ricette di secondi piatti: l’importanza del secondo

I secondi piatti sono la colonna portante di un pasto completo, specialmente per chi è abituato a seguire il delizioso schema della cucina mediterranea. Il secondo è quello che consente ai commensali di chiudere armoniosamente il pasto, saziando definitivamente l’appetito in attesa del dessert. Per chi non fa ricorso ai piatti unici dunque, ma desidera rispettare la classica sequenza di portate, le ricette di secondi piatti sono un aiuto importante. Tradizionalmente il secondo va in accordo a primo e antipasto, tenendo con coerenza lo stile e la tipologia di ingredienti gustati in precedenza, in particolare nel caso di portate a base di carne o pesce. Tuttavia questa non è una regola fissa ed è sempre possibile trovare accostamenti anche fra piatti di natura completamente diversa.
Il secondo per antonomasia è ricco, corposo e saporito, una delle portate da gustare con più calma in assoluto.

Secondi di carne

Regina indiscussa dei secondi è tradizionalmente la carne. Dai classicissimi arrosti e bistecche, fino alle più articolate ricette che la affiancano alle verdure e ad ogni genere di condimento. In questa categoria sarà possibile trovare numerosissime ricette di secondi piatti per le più disparate esigenze, sia della tradizione italiana ed europea che provenienti da diverse parti del mondo. La scelta si apre su numerosi tipi di carne, che includono pollame, coniglio, manzo, suino, agnello, e molto altro in alcuni dei relativi differenti tagli. Ci sono piatti più leggeri e dalla preparazione agile e semplice come spiedini, scaloppine, o spezzatini. Oppure arrosti e filetti in salse aromatiche, che richiedono una preparazione decisamente più accurata per un risultato più ricercato.
Il secondo di carne non è necessariamente pesante o eccessivo, e si presta a una discreta flessibilità grazie ai numerosi ingredienti che lo costituiscono, fra cui ad esempio le più leggere carni bianche.

Secondi di pesce

Già solo nella ricca tradizione culinaria italiana i secondi di pesce vengono praticamente da quasi ogni regione, sia da quelle insulari dotate di splendide coste sul mare, che quelle più interne caratterizzate dall’uso di pesce d’acqua dolce, di lago e fiume. Il secondo di pesce è un classico dei pasti del venerdì o di determinate feste. Per antonomasia è più leggero rispetto alla carne, ma si presta tuttavia a numerose preparazioni anche decisamente sostanziose e tutt’altro che dietetiche. Proprio come nel caso della carne le ricette di secondi piatti a base di pesce vedono piatti più o meno impegnativi da preparare. Alcuni sono infatti semplici arrosti o filetti da ripassare in padella o alla griglia, altri diventano deliziosi bocconcini da finger food o raffinate preparazioni. Ce n’è per tutti i gusti, dai classicissimi salmone, tonno, orata o branzino, fino ai molluschi.

Cucina in stile shabby: come scegliere la dispensa

La cucina è la camera più importante all’interno di un’abitazione, e per questo motivo, è fondamentale scegliere con cura ogni singolo elemento di arredamento da inserire al suo interno.

Se si predilige uno stile shabby, nei toni del tortora, e del rosa chiaro, non resta che adeguare l’arredamento, ad un look country con un tocco di modernità.

Oltre al piano cottura, al tavolo, al frigorifero, e alle sedie, anche la dispensa riveste un ruolo chiave all’interno di ogni abitazione.

Quest’ultima, è il primo pezzo d’arredo che deve richiamare l’attenzione, dunque è fondamentale sceglierlo in modo attento.

 

Idee dispense

 

Diverse proposte di arredamento, si inseriscono in incastrano alla perfezione all’interno di un simile look.

La scelta della dispensa, richiede molta attenzione, poiché bisogna scegliere uno stile che si sposi al meglio con il resto dei mobili.

La scelta dipende dal tipo di dispensa che si desidera inserire all’interno dell’ambiente.

Si può preferire un modello dai toni caldi, realizzato in legno, che rappresenta un vero e proprio classico dello stile shabby.

Oppure si può optare per uno stile più moderno, apportando qualche cambiamento al tradizionale mood “di campagna”.

 

L’importanza del colore

 

A definire lo stile shabby in una cucina, è sicuramente il colore.

E’ fondamentale orientarsi verso tonalità calde, che conferiscano all’ambiente una sensazione di profondità e calore.

Si può optare per il color tortora, per il marrone chiaro, il bianco sporco, il panna, o in alcuni casi, per il rosa.

In base al colore padroneggiante all’interno della cucina, si potrà scegliere una dispensa, da intonare allo stile generale.

Se si è alla ricerca invece, di uno stile vintage, si potranno preferire tonalità calde, e stampe dallo stile bucolico.

 

Struttura della dispensa

 

Dopo aver scelto stile e colore della dispensa, non resterà che pensare al tipo di struttura da inserire all’interno della cucina shabby.

Si potrà scegliere tra un modello di dispensa semplice, corredata di pochi cassetti, una piccola credenza, e profili classici.

Oppure si potrà prediligere un modello più imponente, di grandi dimensioni, che donerà alla cucina un tono austero e impegnato.

Si può optare anche per delle proposte vintage, che conferiranno alla cucina un look unico, e sopra le righe.

Colori sgargianti, ben si sposano con forme morbide, e ante di grandi dimensioni, dove la semplicità dello stile moderno, lascia spazio alle forme tondeggianti dello stile shabby.

Abbondanza, e stampe floreali, definiscono una dispensa adatta ad un tipo di cucina shabby, in cui ogni elemento dovrà essere posizionato con massima cura.

 

Come abbellire la dispensa Leggi Tutto

Vino per aperitivo, non sono tutti uguali

Quello dell’aperitivo è ormai diventato per noi italiani un rito irrinunciabile. Ma finché lo si fa al bar, nulla di complicato, se invece si decide di farlo a casa bisogna trovare gli abbinamenti giusti per non fare una figura un po’ approssimativa nei confronti degli ospiti. Per esempio, come si sceglie il vino per aperitivo? Perché, come è logico pensare, non sono tutti uguali.

Vino per aperitivo, come si sceglie

Per prima cosa la raccomandazione fondamentale è quella di preparare solo cose semplici, non rischiate cercando di stupire i vostri ospiti con effetti speciali e poi ottenendo l’esatto effetto opposto, gli effetti speciali lasciateli ai cuochi professionali. Meglio andare sul sicuro e fare le cose fatte bene. Un ottimo vino per aperitivo è il vino bianco che ben si sposa con diversi snack.

Eccellente con delle uova ripiene, facili da preparare e da guarnire. Altro piatto che si abbina bene ai vini bianchi da aperitivo è l’insalata di pollo. Anche in questo caso ci troviamo davanti a un piatto facile da fare, basta tagliare il pollo a striscioline, farlo saltare in padella e servirlo con della salsa tartara.

Ovviamente gli spumanti e gli champagne sono per eccellenza gli abbinamenti perfetti con un aperitivo.

Frizzante rosso

Anche il vino rosso frizzante si abbina perfettamente con gli aperitivi. E se poi l’aperitivo diventa un’Apricena bene, c’è tutta la grinta di un vino vivace, ma leggero, che può consentire un abbinamento a un vino ulteriore, da tavola. Eccellenti gli aromatici se ci sono stuzzichini dolci, e del resto è bene tentarli gli ospiti.

Un rosso frizzante va benissimo, per esempio, con delle tartine con paté di vitello, o perché no, con un antipasto più casereccio e corposo, come del buon formaggio stagionato, tagliato a tocchetti, e della salsiccia secca, meglio se aromatizzata con dell’anice.

Una nuova concezione dell’aperitivo Leggi Tutto

Quando l’unione è commestibile e… saporita!

L’insalata di riso è un esempio storico di piatto unico.

In esso convergono tradizioni arabe, spagnole e dell’antica Roma: già nella Roma imperiale, infatti, si utilizzavano ingredienti differenti per realizzare un’unica pietanza, come narra Marco Gavio Apicio, cuoco romano e autore della prima raccolta di ricette della storia. Leggi Tutto

La cucina siciliana tra piatti tipici e prelibatezze

La cucina siciliana

Parlare di cucina siciliana, anche per gli addetti e gli esperti del settore, spesso, non è un’impresa semplice. Grazie all’estrema varietà di prodotti, profumi, d’influenze, materie prime e sapori, diventa difficile, infatti, comprimere la cucina siciliana in un unico genere gastronomico.
Tra le gastronomie nazionali e internazionali, infatti, quella siciliana appare come quella più complessa e variegata da descrivere, frutto di contaminazioni di popoli e culture differenti, come quella araba, greca, normanna e mediterranea. Nonostante abbia origini antichissime, inoltre, è quella che pur rimanendo fedele a se stessa, è riuscita a reinventarsi maggiormente, unendo ai piatti tipici della tradizione quelli più freschi e moderni, frutto di nuove tendenze e nuovi stili. E l’insieme, nemmeno a dirlo, è davvero esplosivo.

cassata siciliana

I piatti tipici siciliani

Già solo a menzionarli, probabilmente, sale l’acquolina in bocca. Ma, del resto, come potrebbe essere altrimenti? La Sicilia è la terra dei limoni, delle arance e delle zagare, della ricotta fresca, delle gustose sarde, della pasta di mandorle e delle arancine di riso, da assaggiare appena messo piede in Trinacria. Ma in un godurioso viaggio nell’isola più grande d’Italia, quali piatti proprio non possiamo esimerci dall’assaggiare?

Antipasti e primi piatti Leggi Tutto

I migliori modelli di macchine da caffè

La macchina da caffè è ormai un must per tutti gli amanti del caffè. In commercio troviamo moltissimi modelli con funzioni sempre più avanzate e un design talmente curato da renderle veri e propri pezzi di arredamento. Ma qual è la migliore macchina da caffè da acqistare? Vediamo insieme 4 degli ultimi e più apprezzati modelli sul mercato.

Una delle migliori macchine da caffè è quella DeLonghi Dedica EC680. Una macchina da caffè in acciaio, dal design moderno ed elegante, disponibile in 3 diverse colorazioni: nero, argento e rosso, con dettagli e rifiniture molto curate. Poco ingombrante e semplice da utilizzare, questa macchina da caffè ha un ottimo vantaggio, in quanto è compatibile sia con le cialde, sia con il caffè macinato. Inoltre permette di preparare un ottimo cappuccino, molto simile a quello preparato nei bar, grazie alla lancia laterale che permette di creare una schiuma molto soffice. L’erogatore di acqua calda consente di preparare squisite tisane. Possiede 3 filtri: uno per erogare il caffè preparato con le cialde, gli altri due per erogare caffè realizzato con miscela in polvere, in tazzina singola o doppia. La capacità del serbatoio è di 1 litro, molto facile da riempire, grazie all’indicatore del livello d’acqua, e molto semplice da estrarre insieme con la vaschetta di scolo. La pressione della caldaia è di 15 bar e grazie al sistema “termoblock” la macchina riesce a raggiungere la giusta temperatura in pochi secondi.

Un’altra ottima macchina da caffè è la Mokona Bialetti, dalle caratteristiche innovative e professionali, che permette di bere un espresso di grande qualità come al bar. Questa macchina da caffè può preparare il caffè in 3 modi differenti: con le cialde tradizionali, con le apposite capsule Bialetti e con il caffè macinato. Si presenta esteticamente come una caffettiera gigante, dal design moderno e innovativo, perfetta per gustare dell’ottimo caffè e impreziosire la cucina con un oggetto ricercato. La pressione massima del vapore è di 20 bar e il suo peso è alquanto consistente, circa 7 Kg.

Dal design sofisticato e vintage, la macchina da caffè Ariete 1389 è disponibile in tanti eleganti colori pastello, la scelta l’ideale per tutti gli appassionati dell’espresso. Questa macchina da caffè consente di preparare del caffè sia con le cialde tradizionali, sia con il caffè macinato in polvere. Inoltre è possibile realizzare anche ottimi cappuccini ricchi di schiuma, grazie alla lancia laterale. Il serbatoio possiede una capacità di 0,9 litri ed è facilmente estraibile insieme con il vassoio raccogli goccia. La struttura non è molto ingombrante, consentendo così di adattarsi in molte cucine.

Infine un’altra ottima macchina da caffè fa parte del marchio Gaggia:

Gaggia RI8423/11 Grangaggia Style Leggi Tutto

Come affrontare la paleo dieta senza difficoltà

 

Tutti ne parlano, tutti la seguono, ma questa benedetta dieta del paleolitico è davvero efficace per tornare in forma come ci dicono? Ma soprattutto, come è possibile riuscire a osservare un regime alimentare tipico dell’età della pietra (da cui il nome) ai giorni nostri? Partiamo dalla prima risposta che è senz’altro sì, la dieta è efficace, funziona e se fatta nel modo corretto non ha particolari controindicazioni, al contrario aiuta il nostro organismo a ritrovare salute e benessere. Per quanto concerne la seconda domanda, invece, la risposta non è semplice perché effettivamente ai giorni nostri è difficile ritornare a un tipo di alimentazione sana e consapevole.

Le difficoltà della paleo dieta

Le difficoltà della dieta paleo non riguardano tanto il regime alimentare, le calorie o le porzioni, che al contrario consentono di alimentarsi in modo variegato e tutto sommato abbondante, ma riguardano soprattutto il riuscire a individuare gli alimenti da includere all’interno della dieta e nel reperire le materie prime necessarie. Come è noto, nell’alimentazione paleo ci si dovrebbe alimentare solo con cibi esistenti in natura e non prodotti in modo artificiale dall’uomo, in questi è incluso anche il grano, quindi una buona parte dei carboidrati che siamo abituati a consumare sotto forma di pane, pasta, dolciumi va eliminata.

Solo carne di buona qualità Leggi Tutto

Le Proprietà e i Benefici dello Zenzero

Lo zenzero è una spezia conosciuta con il nome inglese Ginger.
E’ una pianta perenne, alta circa 90 cm e appartenente alla famiglia delle Zingiberacee.

La pianta del Ginger presenta un fusto sotterraneo formato da un rizoma ramificato da cui nascono i fusti vegetativi. La parte medicinale dello zenzero è proprio il rizoma ricco di olio essenziale, gingerina, zingerone, resine e mucillagini.

Ha origini in India e Malesia e si sviluppa in posti tropicali con alte temperature e umidità elevata. Si può coltivare in casa, sia in terra piena che in vaso, ma quest’ultimo dev’essere largo perchè la pianta di sviluppa in larghezza.

Per coltivare lo zenzero in casa è possibile prendere il rizoma e piantarlo sotto la terra a pochi centimetri e occorre innaffiare spesso, ma con poca acqua.

 Le proprietà: in che modo aiuta lo zenzero?

Lo zenzero contiene acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi, diversi sali minerali tra cui il manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro,zinco, vitamina E, olio essenziale e vitamina B.

Lo zenzero gode di tantissime proprietà curative.

Secondo il gruppo di ricercatori dell’ Hormel Institute  del Minnesota lo zenzero ha una funzione antitumorale. Secondo le ricerche avrebbe una funzione protettiva contro i tumori del colon retto.

Lo zenzero è indicato anche contro la nausea e infatti grazie alle sue proprietà è utilizzato come digestivo e amaro-tonico.

Studi scientifici hanno dimostrato una reale efficacia dello zenzero all’apparato digerente ed è molto utile anche contro la gastrite e ulcere intestinali.

I principi attivi dello zenzero sono molto efficaci contro l’Helicobacter Pylori, il batterio responsabile delle ulcere allo stomaco. Lo zenzero stimola la digestione, combatte la diarrea e aiuta l’eliminazione dei gas intestinali.

Lo zenzero in caso di stati influenzali stimola il sistema immunitario e da millenni è utilizzato dalle popolazioni asiatiche per combattere raffreddore e febbre.

Lo zenzero ha proprietà antinfiammatorie e analgesiche infatti è di grande aiuto anche in caso di infiammazioni alla gola, allevia il mal di testa e riduce efficacemente i dolori articolari e muscolari e allevia le infiammazioni di stomaco ed esofago.

Lo zenzero è alleato del cuore perché il rizoma di zenzero è un buon anticoagulante e come tale contribuisce a ridurre la formazione di coaguli nelle arterie, abbassa il livelli di colesterolo nel sangue e diminuisce la pressione sanguigna.

 Come utilizzare lo zenzero a scopo terapeutico?

le proprietà dello zenzero

Per beneficiare delle proprietà dello zenzero si deve fare attenzione alle dosi: si può utilizzare un infuso con un 1 grammo di rizoma secco o 10 grammi di rizoma fresco in una tazza d’acqua bollente.

Per quello in polvere invece si può usare 1 grammo circa da mescolare in un bicchiere di acqua calda.

Per quanto riguarda lo zenzero sotto forma di capsule, estratto liquido o secco, si devono seguire le indicazioni riportate nella confezione.

In caso di dolori intestinali, nausea o crampi allo stomaco si può masticare un pezzetto di radice fresca o secca all’occorrenza.

Generalmente si consiglia di non assumere più di 15 o 20 grammi di rizoma fresco per evitare effetti indesiderati.

In commercio vi è anche l’olio essenziale di zenzero da diffondere nell’aria o da utilizzare per via cutanea.

Tutti i benefici della carota

“La carota, oltre ad essere uno degli ortaggi più comuni, è tra gli alimenti più indicati nella dieta in virtù delle sue tante proprietà benefiche”. Come dichiara Roberta Zuccherin del portale di salute e benessere Zone Attive. Passiamo allora in rassegna quelli che sono tutti i principali benefici della carota.

Benefici della carota, cosa contiene

La carota contiene tanti minerali, tante vitamine e tanti aminoacidi. In particolare, per quel che riguarda i minerali, nelle carote si trova lo zinco, il ferro, il potassio e, tra l’altro, anche il calcio, mentre per quel che riguarda le vitamine oltre alla A ed alla C ci sono pure le vitamine del gruppo B, e nello specifico le B1, B2, B3, B5 e B6. Per quel che riguarda invece gli aminoacidi, nella carota sono presenti, tra l’altro, la serina, l’acido aspartico e glutammico, la glicina, l’alanina e la tirosina.

Benefici della carota alla vista Leggi Tutto