olio di fegato di merluzzo benefici

Combattere l’ipertensione con l’olio di merluzzo

L’ipertensione è considerata un killer silenzioso: affatica il cuore senza causare sintomi, esponendo al rischio di infarti, ictus, problemi renali e danni alla vista. Come combatterla? I farmaci non sono l’unica soluzione: anche i prodotti a base di olio di merluzzo possono rivelarsi rimedi efficaci.

 

Cos’è l’olio di merluzzo?

 

L’olio di merluzzo è un derivato del fegato di merluzzo utilizzato per promuovere la salute ormai da centinaia di anni.

Fra i bersagli dei suoi benefici è incluso il sistema cardiovascolare, su cui si esercita l’azione di alcuni importanti componenti dell’olio di fegato di merluzzo: gli omega 3.

Questi ultimi sono grassi considerati essenziali perché l’organismo umano non è in grado di sintetizzare il loro precursore (l’acido alfa-linolenico, ALA).

Per di più nelle cellule umane l’efficienza della conversione dell’ALA negli omega 3 biologicamente attivi è molto bassa.

L’olio di merluzzo apporta proprio questi omega 3 biologicamente attivi: l’acido eicosapentaenoico (EPA) e l’acido docosaesaenoico (DHA).

Anni di ricerche hanno dimostrato che entrambi sono alleati della salute cardiovascolare, e fra i loro benefici riconosciuti c’è proprio la capacità di aiutare a mantenere la pressione nella norma.

 

Ipertensione: quali sono i rischi per la salute cardiovascolare?

 

L’ipertensione mette in pericolo la salute del cuore e delle arterie sottoponendoli a un carico di lavoro eccessivo.

In effetti la pressione aumenta quando diminuisce l’elasticità naturale delle arterie più grosse e quando i vasi sanguigni più piccoli si restringono.

In questa situazione la forza e la frizione esercitate dal sangue sulla parete delle arterie possono danneggiare il tessuto che riveste internamente la loro parete; a sua volta, questo fenomeno può favorire l’aterosclerosi, cioè la formazione di accumuli di grasso e di altro materiale proprio nella parete delle arterie.

Come se non bastasse, l’aterosclerosi può ridurre significativamente il diametro interno delle arterie promuovendo un ulteriore aumento della pressione e instaurando un vero e proprio circolo vizioso.

In questa situazione il cuore si affatica. Le sue dimensioni possono aumentare, ma di contro la sua efficienza può diminuire. I

l risultato finale è un aumento sia del rischio di problemi cardiaci come aritmie e attacchi cardiaci, sia di quello di problemi di origine vascolare come l’ictus.

 

L’olio di merluzzo contro l’ipertensione

 

In una quantità di olio di fegato di merluzzo pari a 100 grammi sono presenti circa 22,5 grammi di acidi grassi polinsaturi, fra cui proprio gli omega 3 EPA e DHA.

I loro benefici in termini di mantenimento di valori normali della pressione sanguigna sembrano essere associati alle loro proprietà antinfiammatorie.

Queste ultime, infatti, sembrano determinanti anche nell’influenzare la dilatazione delle arterie.

Per questo assumere omega 3 potrebbe aiutare a tenere sotto controllo l’ipertensione.

In particolare, i benefici derivanti dall’assunzione di olio di fegato di merluzzo sembrano particolarmente significativi in caso di ipertensione moderata.

La diminuzione della pressione associata al trattamento con olio di merluzzo sembra essere lieve, ma comunque utile.

Per acquistarlo non è necessaria la ricetta medica: si può trovare nelle erboristerie, nelle farmacie, nelle parafarmacie e anche sul web.

Se si soffre di pressione alta è però bene chiedere consiglio al medico o al farmacista per assumerlo senza rischi, soprattutto se si stanno assumendo altri farmaci.

E se si sceglie di acquistarlo sul web è sempre bene verificare di farlo da canali di vendita sicuri e di scegliere prodotti dalla qualità garantita.

Un ultimo importante aspetto cui fare attenzione è la dose di omega 3 assunta con l’olio di fegato di merluzzo. Infatti per ottenere un effetto benefico sulla pressione è necessario assumere 3 grammi di EPA e DHA al giorno, ricordando che non bisogna mai superare i 5 grammi al giorno di EPA+DHA assunti sotto forma di integratori.